102 ANNI FA ...     

il Quotidiano "La Libertà" del 7 gennaio 1910 scrive: "con Decreto Concistoriale il molto Rev.do Carlo Liviero, arciprete di Agna, è stato eletto Vescovo di Città di Castello ..." e ancora nel tracciare la biografia del neo eletto  "... nella sua vita non c'è nessuno di quei fatti straordinari che richiamano l'attenzione del mondo, ma essa in cambio è stata una serie incessante di atti che rendono grande e caro il sacerdote

moderno ...”. Non può esserci una presentazione migliore per il nuovo Vescovo di Città di Castello.

Il novello presule riceverà l'ordinazione episcopale il 6 marzo 1910 nella cattedrale di Padova, poi continuerà la sua vita di parroco fino all'arrivo del Regio Exequatur.

Finalmente possiamo leggere nello stesso quotidiano: "...ieri 28 giugno col direttissimo delle ore 10,32 Mons. Carlo Liviero è partito per Città di Castello ...".

Questa la cronaca di un quotidiano dell'epoca.

Nel suo primo Pontificale il nuovo Vescovo espone con passione il suo desiderio di aggiungere alle cure vescovili quelle di parroco, quindi promette di essere sempre “in mezzo “ al suo popolo, di camminare accanto ai bisognosi per comprenderne meglio le fatiche, le gioie, i dolori di ogni giorno e rassicura: “Avrete in me il padre che vi ama”. Lo dimostrerà con la vita.

C’è curiosità intorno a questo vescovo, così deciso, senza formalità, poco abituato alla vita di ufficio e molto incline a percorrere tutte le strade della diocesi. A un mese dal suo ingresso, ecco il primo numero di “Voce di Popolo”, un settimanale diocesano, il primo. Attraverso le pagine di questo giornale spezza il pane della Parola di Dio e offre al popolo nozioni elementari di cultura.

Non gli sfugge la situazione di molti ragazzi che vagano inoperosi per i vicoli della città. Per loro il 5 novembre 1910 dà vita a una scuola elementare maschile, piccola, senza grandi pretese, se non quella di offrire una mano ai ragazzi più poveri della città. È l’inizio di una serie di opere che scriveranno pagine luminose nella storia della diocesi di Città di castello e nell’Alta Valle del Tevere.

Le opere sociali di Carlo Liviero nasceranno con un ritmo incalzante: eppure egli non è un sociologo. Per lui il “servizio” che gli viene chiesto come vescovo è espressione di carità e la carità sarà la via maestra della sua evangelizzazione.

Carlo Liviero affascinava con la sua parola, ma tanto più con il suo tradurre la Parola in stile di vita.

Stile di vita che era condivisione dell’esistenza con i più poveri, con coloro che nel quotidiano hanno bisogno di “mani aperte”. E nelle mani aperte di Carlo Liviero si potevano attingere gratuitamente nutrimento per il corpo, nutrimento per l’anima,compassione e misericordia. Le sue mani aperte spesso erano espressione della grande misericordia di Dio.

Carlo Liviero ora è dichiarato “beato”, quindi ci è proposto come modello.

Nel ricordo dei vari centenari a noi per primi il compito e l’impegno di incamminarci concretamente in un nuovo stile di vita per essere strumenti della Provvidenza di Dio per ogni “piccolo” che incontriamo.

 

 

 

 Carlo Liviero
Spaziatore
  Spaziatore New - 11/05/2012
Scarica file   Carlo Liviero conosciuto nel mondo
Molto spesso ci vengono richieste reliquie e materiale informativo del beato Carlo Liviero da tante parti del mondo, fatto che ci fa capire che il nostro fondatore e venerato in Vietnam, in Brasile, nella Corea, in Argentina, nelle Filippine...
Spaziatore
AttivitCentroStudi.pdf

Tipo documento: PDF File
Dimensione Bytes: 395.380 Bytes
Spaziatore
  Spaziatore New - 06/03/2012
Scarica file   I quaderni del Centro Studi
Beato Carlo Liviero
Spaziatore
Quaderniecentrostudi.pdf

Tipo documento: PDF File
Dimensione Bytes: 189.520 Bytes
Spaziatore
  Spaziatore New - 29/11/2011
Scarica file   Corale
Cattedrale di Città di Castello La Schola Cantorum Anton Maria Abbatini
Spaziatore
Presentazionecoro80.pdf

Tipo documento: PDF File
Dimensione Bytes: 164.309 Bytes
Spaziatore
  Spaziatore 29/03/2011
Scarica file   Carlo Liviero educatore
L'interesse del Beato Carlo Liviero per la cultura come elemento di promozione umana
Spaziatore
Spaziatore
 

Salva Segnala Stampa Esci Home